homepage bottone homepage corsi online
Link Chi siamo Link altre attività link articoli e approfondimenti link affinità Link contatti
Link pagina Eventi ./ Link catalogo per collane Link pagina newsletter
Articoli

 

Un nuovo fantastico strumento per porre fine all'ipervaccinazione!

Articolo tratto dalla Newsletter di Canine Health Concern "CHC Update", aprile 2011

Molte persone chiedono al loro veterinario di poter fare il test di titolazione degli anticorpi invece di un richiamo vaccinale alla cieca ma, poiché i veterinari inglesi non sono abituati a mettere in piedi un test di titolazione, ai clienti viene detto che è troppo costoso o troppo difficile da fare.

Oggi è arrivata la soluzione! Il VacciCheck della Biogal sta finalmente diffondendosi in tutto il mondo (Italia compresa, NdT).

Il kit di titolazione VacciCheck verifica la quantità di anticorpi circolanti nell'animale per controllare se ne è presente un numero sufficiente. In questo modo, se i livelli sono adeguati, risulta chiaro che la vaccinazione non è necessaria. Il VacciCheck può essere utilizzato dal veterinario direttamente in ambulatorio. Gli basta prelevare una piccola quantità di sangue dal cane e con questa può titolare gli anticorpi per parvovirus, cimurro e adenovirus (epatite) e avere i risultati nel giro di 20 minuti. Sono disponibili anche dei kit per gatti.

I risultati dei kit di titolazione anticorpale VacciCheck ImmunoComb® sono affidabili e accurati, e danno esiti quantitativi (numero di anticorpi; un risultato quantitativo da test ELISA). I test sono sensibili e sono in grado di individuare anche bassi livelli di anticorpi in una singola diluizione di siero.

Il costo di questo test per il veterinario è ora di 8 sterline, contro le 40-80 sterline dei test effettuati nei laboratori di analisi. Questo significa che i veterinari possono legittimamente aggiungere un proprio ricarico al costo del kit e rendere il test disponibile ai propri clienti allo stesso prezzo di una vaccinazione. Il veterinario continua a guadagnare come se facesse un vaccino e i proprietari di animali risparmiano ai loro amici delle vaccinazioni annuali non necessarie e potenzialmente dannose.

Nel frattempo, uno dei nostri amici è stato al Congresso dell'Associazione Britannica dei Veterinari per Piccoli Animali e ha riferito quanto è stato detto sulle vaccinazioni: «Una statistica interessante presentata da Michael Day (membro del gruppo per le direttive sui vaccini della WSAVA - Associazione Internazionale dei Veterinari per Piccoli Animali) diceva che, secondo una ricerca condotta nel Regno Unito, circa la metà dei vaccini principali somministrati oggi viene somministrata su base triennale.

«In generale, le varie presentazioni dei relatori erano molto meno inclini a riconoscere i pericoli dell'ipervaccinazione e i potenziali effetti collaterali dei vaccini rispetto a presentazioni simili tenute negli Stati Uniti.

«Posso decisamente dire, dopo aver parlato anche con molti veterinari presenti al Congresso, che gli Americani e i Canadesi sono più aperti all'idea di prevenire l'ipervaccinazione.

«Durante il congresso non è stato per nulla citato il test di titolazione, quindi al momento delle domande ho chiesto quali opzioni esistessero per la titolazione degli anticorpi in ambulatorio o in laboratorio. I relatori hanno sviato la domanda sostenendo che i test sono troppo costosi e richiedono troppo tempo.»

Beh, penso che noi che amiamo i cani possiamo iniziare a chiedere che vengano svolti test di titolazione in ambulatorio. Dite al vostro veterinario di cercare il VacciCheck.

(Il test può essere utile anche per verificare lo stato vaccinale di un cane di cui non si sappia se sia mai stato vaccinato o per controllare se una vaccinazione effettuata sia stata efficace o meno. NdR)

È disponibile nel Regno Unito presso Complete Veterinary Care - http://www.cvcgroup.co.uk/ - telefono 01923 470 0101. Il sito della società madre è www.biogal.co.il/

Il test è distribuito in Italia da: Agrolabo SpA, Diagnostic Division, tel +39-0125-73.11.11, fax +39-0125-73.11.90 email: simona.brusati@agrolabo.it, www.agrolabo.it

Catherine O'Driscoll    link scheda autore
(Traduzione di Elena Grassi)

Vai all'elenco degli articoli
Torna alla link homepage Torna in link alto