homepage bottone homepage corsi online
Link Chi siamo Link altre attività link articoli e approfondimenti link affinità Link contatti
Link pagina Eventi ./ Link catalogo per collane Link pagina newsletter
Scheda libro

 

Il counseling uomo-cane

all'interno del paradigma transpersonale

Collana: Quaderni di counseling - Vol. 1


Autore: Elena Grassi
link scheda autore

Formato: 14x21cm
Nr. pagine: 120
Legatura: brossura

Codice ISBN: 978-88-95946-21-4
Data di pubblicazione: aprile 2015

Prezzo: € 10,00

 

 

Dal retrocopertina

Esiste il counseling aziendale, sanitario, famigliare, genitoriale, di coppia... e ora... anche il counseling uomo-cane. Il suo scopo è sempre lo stesso: favorire il dialogo, la comprensione reciproca, il rispetto, una comunicazione vera e profonda. Perché non si cresce interiormente solo nelle relazioni coi nostri simili, ma anche nelle relazioni con chi è diverso da noi, anzi, forse ancora di più.
Ma come si fa ad “ascoltare empaticamente” un cane? Come si interpreta il suo “linguaggio”? In questo libro l’autrice ci porta in un viaggio alla scoperta di come i nostri animali possano aiutarci a conoscere meglio noi stessi e a darci la motivazione per cambiarci e migliorarci.
E poi c’è il grosso tema dell’accompagnamento alla morte e del sostegno nel lutto (pet loss counseling), anche quando ad andarsene non è un genitore, un figlio, un amico, ma un “semplice” quanto preziosissimo quattrozampe, lasciando dietro di sé un dolore spesso incompreso e ridicolizzato, che merita invece di essere accolto, riconosciuto e ascoltato. Poiché i nostri quattrozampe hanno la chiave del nostro cuore.
Un libro pieno di spunti per i counselor, per chi lavora nell’ambito della relazione uomo-animale (veterinari, educatori cinofili, ecc.), ma anche per chiunque voglia carpire i segreti delle dinamiche emozinali che si instaurano tra noi e i nostri animali.

***********************

Citazione di Kevin Behan, riportata nel libro

«[...] il nostro cane è come un canarino nella miniera delle nostre emozioni. Il modo in cui reagiamo a come ci fanno sentire le emozioni irrisolte determina il modo in cui creiamo la nostra “rete”, nelle relazioni e nel lavoro, e il modo in cui ci inseriamo nella società in genere. Sono davvero convinto che l’intera storia della nostra vita possa essere dedotta attraverso la comprensione del nostro cane. Quando vediamo un problema di comportamento in un cane, ci mettiamo al lavoro per aggiustare il messaggero, ma sarebbe meglio che ci prendessimo la briga di ascoltare il messaggio. Ciò che poi scegliamo di fare con quel messaggio spetta al nostro cuore. Nessuno sa meglio di noi ciò che proviamo. Ma dobbiamo sempre ricordare che, qualsiasi cosa un cane faccia, non riguarda mai il cane; riguarda sempre noi.»

Leggi il sommario link sommario
Leggi l'introduzione link sommario
Leggi un brano
Vai alla scheda dell'autore link scheda autore

 

 

Torna alla link homepage Torna in link alto